Devi avere il cuore infranto per accogliere la vita.

Controvento

hirschman_26
Vai al tuo cuore infranto.
Se pensi di non averne uno, procuratelo.
Per procurartelo, sii sincero.
Impara la sincerità di intenti lasciando
entrare la vita, perché non puoi, davvero,
fare altrimenti.
Anche mentre cerchi di scappare, lascia che ti prenda
e ti laceri
come una lettera spedita
come una sentenza all’interno
che hai aspettato per tutta la vita
anche se non hai commesso nulla.
Lascia che ti spedisca.
Lascia che ti infranga, cuore.
L’avere il cuore infranto è l’inizio
di ogni vera accoglienza.
L’orecchio dell’umiltà ascolta oltre i cancelli.
Vedi i cancelli che si aprono.
Senti le tue mani sui tuoi fianchi,
la tua bocca che si apre come un utero
dando alla vita la tua voce per la prima volta.
Vai cantando volteggiando nella gloria
di essere estaticamente semplice.
Scrivi la poesia.

Jack Hirschman. New York, 13 dicembre 1933

Era l’aprile del duemilacinque. Quella mattina, davanti ai miei occhi…

View original post 200 altre parole

2 pensieri su “Devi avere il cuore infranto per accogliere la vita.

    • Sì, lo fu. C’era lo stand dei libri, acquistai una raccolta di poesie di Alfonso Gatto e ne feci dono al mio prof., che mi disse che adorava quel poeta, e che quel libro e quella serata erano il più bel regalo di compleanno che avesse mai ricevuto. Nella stessa occasione conobbi Maram Al Masri e ascoltai alcune sue poesie.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...