E allora stai qui, che è già aprile

Lo sai? Ci sei tu tra le dita
di questo pallido raggio di luce
– bianchi capelli in concerto
per voce sola. Distratto
un sorriso germoglia
fra pieghe di dolore

e ammicca incredulo
(_s_ t _i_r_ a_ c_ c_ h_ i_ a_ n_ d_ o_ s_ i _t_u_t_t_o_)
un desiderio nuovo.

E allora stai qui, che è già aprile.

Dove un capezzolo dimentica
il marchio cupo del lutto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...