di(s)concerti

Notturno
Notturno

Come
irripetibili
– su fogli righe
pentagrammi –
melodie parallele
e
digitate voci differenti
che
s’intrecciano
si fondono
si scontrano
in polifonica         (s’allontanano)
cacofonia

Ronza
avvitata sullo sfondo
un’unica nota continua
e attraversa ere
scompone spazi frantuma
sorda e senza nome      (continua)
all’infinito dolore in crescendo

sorda
sorda
sorda

lanciata oltre l’udibile

Annunci