6. Le due mogli di zio Procolo e la terza mancata.

Accanto al ritratto del nonno Capadàglio, sulla parete erano appesi pure quelli di tre figlie femmine, tutte Sarachèlle mancate perché diventate buonanime da giovani.
Oltre a zi’ Mamèla, morta a quarant’anni e dopo più di dieci parti, c’erano zi’ Maria, da cui Maruzzella aveva ricevuto il nome, morta di parto a 23 anni, e zi’ Assuntina, morta a 21 anni mentre era incinta di sette mesi. Nel ritratto, zi’ Maria stava vestita di scuro e teneva il tuppo dietro la nuca e la faccia da zita contegnosa, mentre zi’Assuntina stava vestita da sposa, ancora con la corona di fiori bianchi sui capelli e il velo, come una che non ha tenuto il tempo neppure di togliersi il vestito bianco prima di morire.

Continua a leggere

Annunci